Il centro Agape di Paterno nasce con la finalità di far ripartire l’iniziativa intrapresa già nel lontano 1993 quando un gruppo di giovani volenterosi decise di dare una voce al proprio paese attraverso l’organizzazione di svariate attività (come l’attivazione di un laboratorio fotografico, la pubblicazione mensile di un giornalino, momenti dedicati alla lettura).

In un’intervista all’allora presidente si racchiude quello che ad oggi rimane il senso dell’operato all’interno del centro: “Siamo alla continua ricerca del contatto diretto con la gente, con la popolazione. Crediamo che, soprattutto nelle piccole realtà, tutto ciò sia indispensabile per un processo di crescita culturale  e sociale. L’isolamento a qualunque età, a qualunque livello della società, è fonte di stagnazione per la collettività tutta![...]”

Oggi noi nuovi membri abbiamo la responsabilità di continuare un’attività portata avanti con il cuore e che è per noi un grande esempio e motivo di incoraggiamento. Da qui la voglia di  far nascere un centro d’ascolto, un punto di incontro dove creare momenti di interazione per la comunità, con particolare attenzione alla fascia dei giovani.

Al suo interno si lavora come gruppo, in un’ottica di responsabilità, ascolto attivo e interattività, con l’obiettivo di rafforzare le reti della comunità paternese e di fornire gli strumenti materiali, ma soprattutto in termini di risorse umane, per poter programmare una serie di attività associative in cui si creino momenti di unione e quindi scambi di valori. Lo scopo principale del centro, infatti, non è quello di lavorare in un’ottica riparativa ma a livello preventivo, attraverso la sensibilizzazione verso i problemi più frequenti che, purtroppo spesso, possono presentarsi in piccole realtà come quella del nostro bel paese e che spesso si riverberano in maniera negativa sul benessere e sulla qualità della vita della generazione dei più giovani.